Anche il Bancomat potrà essere utilizzato per acquisti online

Dal Dott. Antonio Garcea, referente del network www.consulentiaziendaliditalia.it per la provincia di Roma, ti informa di un’importante novità per i tuoi acquisti online.

Ricapitoliamo. Serve farlo anche per le operazioni quotidiane che ci sembrano più scontate: oggi, chi vuole effettuare pagamenti in rete ha solo cinque possibilità, variabili a seconda del sito scelto:

1.il pagamento con carta di credito

2.tramite carte prepagate

3.con bonifico

4.alla consegna

5.con trasferimento di denaro (ad esempio PayPal).

Dal prossimo mese di marzo è in arrivo un’importante novità. I pagamenti online potranno essere effettuati anche con la carta di debito Bancomat.
Ad annunciarlo è stato lo stesso consorzio Bancomat, che entro tre mensilità metterà a punto il necessario per consentire i primi pagamenti telematici.

L’attivazione sarà valida solo per i clienti in possesso di carte di pagamento emesse dalle banche che aderiranno alla nuova possibilità. I clienti, si noti, saranno poi tenuti a recarsi presso le filiali per l’attivazione della modalità di pagamento sulle carte già in possesso.

E la sicurezza? Rassicurazioni sui pagamenti sono già state fatte dallo stesso consorzio Bancomat: non sarà necessario comunicare il numero di carta o il PIN della stessa, ma le transazioni avverranno con un numero identificativo scollegato dalla carta di pagamento e effettuate tramite il sito della banca.
Questo sistema garantirà (si spera nel 100% dei casi) l’incolumità del conto corrente, anche nel caso in cui il numero venga intercettato, possibilità comunque molto remota, visti i sistemi di sicurezza adottati dalle banche per le transazioni nei pagamenti.

Perché questa novità virtuale? La nuova funzionalità è stata pensata per favorire ancor di più lo sviluppo del commercio online, che anche per il nostro Paese sta conoscendo una crescita impressionante sia nel numero di transazioni sia nell’importo delle stesse.
Secondo il consorzio succitato, il pagamento tramite Bancomat non andrà a intaccare le fasce di mercato interessate da carte di credito e altre modalità di pagamento. Esso sarà soltanto un’ulteriore possibilità per un mercato che, anche nel nostro Paese, ha ancora ampi margini di sviluppo.

In Italia, tuttavia, l’utilizzo delle carte di pagamento anche negli esercizi commerciali fisici è ancora molto inferiore rispetto a quanto avviene negli altri paesi europei. In media: 75 pagamenti non in contante all’anno, contro una media europea più che doppia, pari cioè a 194 transazioni.

Se si aggiunge che in Italia circolano circa 34 milioni di carte bancomat (più di una ogni due cittadini, neonati inclusi) si capisce come la nuova possibilità possa rappresentare una vera frontiera inesplorata per banche ed esercenti commerciali. Ma anche per i cittadini, già abituati a questo mezzo di pagamento e, come lo sanno essere solo gli italiani, molto attaccati alle vecchie abitudini.

E ricorda, il network di professionisti più grande d’Italia è sempre a tua disposizione per una consulenza privata GRATIS, per analizzare lo stato della tua azienda, per trovare una soluzione alla crisi o semplicemente migliorarne il controllo e la gestione o, ancora, per cercare di aumentare i tuoi clienti, ti basta contattarci su http://www.imprenditoreitaliano.it/consulenze-gratis/

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.